Belvedere

Il paesaggio urbano è necessariamente elemento in divenire, oggetto di continue trasformazioni, determinate dalla pressione antropica. Già dal 2005 l’UNESCO (Declaration on the Conservation of Historic Urban Landscapes WHC-05/15.GA/7, Paris, 23 September 2005) sottolineava la necessità di contestualizzare in maniera adeguata l’architettura contemporanea nel paesaggio storico urbano ed evidenziava l’importanza di considerare gli studi di impatto Visuale o Culturale in occasione della progettazione di insediamenti moderni. Conseguentemente, è stato concepito questo progetto con gli obiettivi di gestire le trasformazioni per uno sviluppo sostenibile del Sito Unesco di Firenze, e garantire l’integrità e la valorizzazione dell’immagine della città.

Il progetto è portato avanti grazie ai Finanziamenti MiBACT L. 77/06 e una convenzione specifica fra Comune e Dipartimento di Architettura, Disegno, Storia e Progetto dell’Università di Firenze firmata il 15 luglio 2011 ed ancora in atto.

Complessivamente sono stati rilevati con strumentazione GPS e riportati su supporto cartografico 1:10.000 n.50 punti panoramici presenti attorno al sito UNESCO di Firenze. Fra questi ne sono stati scelti 18, ritenuti importanti per la definizione, dell’area di influenza del sito UNESCO, e significativi per la verifica di eventuali nuovi interventi. I Punti di verifica sono situati principalmente lungo il percorso panoramico, posto sui versanti collinari attorno al Sito. I punti più significativi sono in fase di schedatura secondo un modello semplificato approntato in occasione della prima parte della ricerca, dove si ha una descrizione delle componenti qualificanti la dimensione scenografica dei quadri prospettici analizzati. Per ogni punti di visuale si definiscono le aree comprese tra primissimo piano, primo piano, secondo piano, terzo piano, quinta scenica e sfondo. La carta tematica complessiva elaborata premetterà una adeguata verifica dei nuovi interventi rispetto allo skyline di Firenze.

 

ridotta