STUDIO SULLA CAPACITA’ DI CARICO DEL CENTRO STORICO

L’impatto del turismo di massa nel lungo termine è stato identificato come una minaccia per l’integrità del sito Patrimonio Mondiale UNESCO – Centro Storico di Firenze. La continua pressione dei flussi turistici può avere conseguenze negative a livello sociale, culturale, economico ed ambientale, pertanto, è stato ritenuto opportuno effettuare uno studio per comprendere come e quando viene superata la capacità di carico turistica, ossia il punto di saturazione antropica del sito oltre il quale rischiano di essere compromesse le sue caratteristiche ambientali, fisiche, economiche, socio-culturali e la qualità dell’esperienza dei visitatori.
Il progetto mira a definire un set di indicatori della capacità di carico turistica specifico per il Centro Storico UNESCO di Firenze: uno strumento strategico per gli amministratori locali in grado di fornire linee guida di riferimento per il monitoraggio e il controllo delle soglie di attenzione rispetto alle quali definire politiche di gestione turistica orientate alla sostenibilità.
Oltre ad individuare la metrica di capacità di carico applicabile al Centro Storico della città, il progetto vuole mappare le risorse/siti esistenti e tracciare i percorsi di accesso all’area UNESCO e quelli interni alla stessa a maggior affluenza turistica nell’ottica di selezionare le risorse/siti sui quali misurare la capacità di carico e attivare test pilota per percorsi alternativi decongestionanti. In linea con i modelli previsti da UNESCO e dalle best practice internazionali verranno, infatti, attivate sia iniziative di decongestionamento di area che permettano di ridistribuire i flussi nello spazio da zone ad alta congestione verso aree limitrofe a bassa concentrazione turistica, sia iniziative di decongestionamento di sito specifico con l’obiettivo di diluire i flussi nel tempo.
Nella prospettiva di valutare gli interventi che verranno intrapresi per rendere il Centro Storico fiorentino maggiormente sostenibile, particolare enfasi verrà dedicata al rafforzamento dell’adozione di comportamenti turistici responsabili. Facendo riferimento ad un segmento target, il progetto si occuperà di analizzare i comportamenti tenuti da turisti e escursionisti in visita nel Centro Storico e di progettare, in collaborazione con gli attori facenti parte dell’Osservatorio UNESCO, una Carta del Turista, ovvero una checklist che esprima i principali standard emanati dal World Tourism Organization (UNWTO) e dal Global Sustainable Tourism Council (GSTs) per la verifica dei comportamenti etici.4

 

Promotori: 

  • Comune di Firenze – Ufficio UNESCO
  • DISEI Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa (Università degli Studi di Firenze)CIRT Centro Interuniversitario di ricerche sul turismo (Università degli Studi di Firenze, Pisa, Siena)
  • Heritage CityLab presso DIDA (Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze)

Obiettivi del progetto:

  • Individuare la metrica di capacità di carico applicabile al sito Centro Storico di Firenze;
  • Definire una strategia di gestione delle presenze;
  • Valutare le azioni tese alla sostenibilità del sito, mantenendo l’equilibrio tra i beni offerti e la conservazione delle risorse non rinnovabili, al fine che queste non si deteriorino;
  • Favorire la comprensione di dette azioni presso gli operatori turistici;
  • Elaborare le specifiche azioni di intervento nonché la condivisione di un codice di comportamento che serva come modello di riferimento per la misurazione di sostenibilità nelle città d’arte UNESCO;
  • Valutare l’efficacia degli interventi effettuati in termini di decongestione di area e/o di sito attraverso indicatori generali e specifici;
  • Analizzare lo stato dell’arte sul grado di consapevolezza dei turisti sui comportamenti adatti per la conservazione della identità culturale (tangibile e intangibile) rappresentativa della tradizione del centro storico di Firenze, con test specifico su un segmento pilota.
Credits by Niccolò Bandini - 500px.com/niccolbandini